Archivio Eventi

Archivio Storico degli eventi organizzati dalla Libreria dei Contrari...

Crescere Diritti

Martedì 21 aprile ore 20:30
presso la Scuola Media L.A. Muratori di Vignola
via Resistenza 462

CRESCERE DIRITTI

incontro con le famiglie e gli insegnanti sulle responsabilità, i dititti e i doveri di chi educa e di chi è educato.

Interviene Giulia De Marco

Giurista, già Presidente del Tribunale per i minorenni di Torino

Andrea Barbi presenta: "Perchè a Modena si dice così? (MO pensa te)" Vol.II

Mercoledì 4 febbraio 2009 alle ore 21:00
presso la "Sala dei Grassoni" della Rocca di Vignola

L'autore presenta
"Perchè a Modena si dice così?
(MO pensa te)" - Vol.II"
Ed. Collezioni Modenesi, Borgatti editore

L'incontro è condotto da Marco Miana

Con il patrocinio della Città di Vignola
Si ringrazia la Fondazione di Vignola per la concessione delle Sale della Rocca

Il secondo volume del libro di Andrea Barbi tratto dalla sua fortunatissima trasmissione televisiva in onda su TRC-Telemodena e VMT. Una faccia da eterno bambino e l'espressione da simpatica canaglia, la battuta sempre pronta che mischia citazioni d'autore con espressioni dialettali (di cui ormai è il massimo esperto), da qui una raccolta dei modi di dire dialettali, corredati da cartoline d'epoca, simpatiche illustrazioni e dalle risposte più singolari date al suo microfono-coccodrillo dai numerosi intervistati per le strade.
Un modo originale interessante e simpatico per risalire alle origini delle nostre più autentiche tradizioni e per saperne di più su curiosità e dietro le quinte della trasmissione.

Valerio Massimo Manfredi presenta: "Idi di Marzo"

Mercoledì 28 gennaio 2009 alle ore 21:00
presso la "Sala dei Contrari" della Rocca di Vignola

L'autore presenta
"Idi di marzo" - Mondadori editore

L'incontro è condotto da Marco Miana

Con il patrocinio della Città di Vignola
Si ringrazia la Fondazione di Vignola per la concessione delle Sale della Rocca

Chi è Valerio Massimo Manfredi: Si è laureato in lettere classiche all'Università di Bologna ed ha una specializzazione in Topografia del Mondo Antico all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ha insegnato nella stessa università, all'Università di Venezia, alla Loyola University di Chicago, all'Ecole Pratique des Hautes Etudes della Sorbona di Parigi e alla Bocconi di Milano. Attualmente insegna "Storia del territorio e della città antica" nell'ambito del Corso di Alta Formazione in Comunicazione multimediale dell’antico, presso la Facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell'Università di Bologna, sede di Ravenna. Ha pubblicato molti articoli e saggi e ha scritto note opere di narrativa - soprattutto romanzi storici - tradotte in tutto il mondo (oltre 6 milioni di copie vendute a livello internazionale).

Paolo Crepet presenta: "A una donna tradita"

Venerdì 5 dicembre 2008 alle ore 21:00
presso "Centro culturale di Marano s/p"
via 1 maggio - Marano sul Panaro MO

Paolo Crepet presenta:
"A Una donna tradita"

Ed. Einaudi, 2008

Paolo Crepet è psichiatra, scrittore e sociologo italiano di fama internazionale. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università di Padova nel 1976, in Sociologia presso l'Università di Urbino nel 1980, nel 1985 Crepet ottiene la specializzazione in Psichiatria presso la clinica psichiatrica dell'Università di Padova.
Un libro che supera i confini di saggio e romanzo per analizzare e osservare il tema enorme del tradimento. Attraverso la storia di una donna che tradisce perché si sente tradita dalla vita. Un'esistenza mediocre, come tante, si illumina cosí di un valore universale e la protagonista finisce col diventare una nostra indispensabile compagna di viaggio. «Per non essere traditi bisognerebbe tradire prima, avrebbe detto mio padre, ma non ci sono riuscita».
Questo è il racconto del viaggio dentro se stessa di una donna senza nome, senza tempo e senza luogo che è tante donne, la madre, le amiche, la figlia, tutte le donne che sono in lei.
Ed è il racconto dei tanti tradimenti che può contare nella sua esistenza. A partire dal piú grande, che tutti li riassume: quello verso di sé, nella convinzione che la solitudine e la sterilità dei sentimenti l'avrebbero protetta dal dolore. 

Introduce la serata Marco Miana

Patrocinio e contributo del "Comune di Marano sul Panaro"

Antonio Caprarica presenta: "Gli italiani la sanno lunga ... o no!?"

Sabato 22 novembre 2008 alle ore 18:00
presso la "Sala dei Contrari"
Rocca di Vignola - Vignola MO

Antonio Caprarica presenta:
"Gli italiani la sanno lunga ... o no!?"

Ed. Sperling & Kupfer 2008

Introduce la serata Marco Miana

Gli italiani la sanno lunga... o no!? È possibile tracciare un profilo veritiero degli italiani evitando il moralismo o l'autodenigrazione? Un libro divertente, aperto a un lieto fine. La leggenda vuole gli italiani "brava gente": accoglienti e generosi, poveri ma belli, gaglioffi ma simpatici, ricchi di inventiva e maestri nell'arte di vivere e amare. Molti illustri connazionali invece li dipinge invece furbi, cinici e conformisti, insofferenti alle regole e privi di senso civico. Chi siamo dunque noi italiani?