Archivio Eventi

Archivio Storico degli eventi organizzati dalla Libreria dei Contrari...

Andrea Barbi presenta: "Perché a Modena si dice così? (Mo pensa te)"

lunedì 12 maggio 2008 ore 20:30

Sala Conferenze Circolo Paradisi
via Paradisi 11, Vignola MO 

Andrea Barbi è un vero personaggio modenese, versatile, professionale, di successo. Dalle radio alle tv, dai locali, ai teatri e alle piazze ha già un posto tra i "ricordi di domani" come si è espressa Radio Stella.

La sua ultima geniale fatica è il libro PERCHE' A MODENA SI DICE COSI ?" (Mo Pensa te ), dall'idea dell'editore Gianluca Borgatti ed in collaborazione con TRC-Telemodena.

E' una raccolta dei modi di dire dialettali, corredati da cartoline d' epoca, da simpatiche illustrazioni e dalle risposte più singolari date al suo microfono- coccodrillo dai suoi numerosi intervistati.

Un viaggio straordinario nella glottologia, nell'etimologia e nella derivazione di molti termini che tutti i giorni usiamo gergalmente ma non ne conosciamo l'origine.

In collaborazione con l' associazione Socio - Culturale
"Circolo Paradisi" di Vignola, via Paradisi 11.

Mario Calabresi presenta: "Spingendo la notte più in là. Storia della mia famiglia e di altre vittime del terrorismo"

sabato 10 maggio 2001 alle ore 21:00
presso la Biblioteca Auris di Vignola
via San Francesco 165, Vignola MO

E' un libro doloroso questo di Mario Calabresi, il giornalista di Repubblica che, all'età di 37 anni, ha deciso di tornare ai tempi bui della tragedia di suo padre, il commissario Luigi Calabresi ucciso a Milano nel maggio del ‘72.
Un libro necessario, che riscrive la storia della famiglia Calabresi e di alcuni altri familiari di vittime del terrorismo degli anni '70, "gli anni di piombo", definiti da Sergio Zavoli "notte della Repubblica" italiana.
Nel libro racconta anche l'incontro commovente con Antonia Custra, ucciso dai terroristi nel '77 e con Francesca Marangoni, la figlia del direttore del Policlinico ammazzato dalle Brigate Rosse nel 1981.
Ovviamente torna anche sulla morte di Pinelli ("in casa nostra non è mai stato un nemico") che rappresenta l'altra faccia della tragedia di suo padre. E scrive con chiarezza ciò che è emerso dagli atti processuali: "tutti, concordemente dissero che nel momento in cui Pinelli precipitò, Calabresi non era nella stanza" dove invece c'erano altri cinque uomini della Polizia. Calabresi prosciolto, dunque.
Ma nel frattempo era stato ucciso. A quel vuoto che perdura, a quell'assenza profonda, il libro cerca di dare una qualche, seppur velata, risonanza. Il libro esiste anche nella versione corredata da DVD con la recitazione di brani da parte dell'attore Luca Zingaretti.

Introduce: Massimiliano Panarari

Edoardo Boncinelli presenta: "L'etica della vita"

Giovedì 24 aprile 2008 alle ore 21:00
presso la "Sala dei Grassoni" della Rocca di Vignola MO

Edoardo Boncinelli presenta:
"L'Etica della vita" (ed. Rizzoli 2008)

Dialoga con l'autore Massimiliano Panarari

Le durissime battaglie politiche attorno alla fecondazione assistita e le cellule staminali non ci hanno sicuramente chiarito le idee su alcune questioni fondamentali. Quando si può parlare di essere umano? L'embrione è un individuo? Molte di queste domande hanno una risposta scientifica, altre rientrano negli ambiti civile e legale, etico e religioso.
In questo libro, Edoardo Boncinelli descrive tutte le fasi dello sviluppo embrionale, dalla fecondazione alla nascita, attraverso la frenetica moltiplicazione delle cellule e la loro specializzazione. Ribadisce l'importanza scientifica della diagnosi pre-impianto e ci consegna un viaggio al microscopio nelle viscere dell'identità umana, raccontando l'inizio della vita di un uomo che non sa ancora di esserci

Edoardo Boncinelli:
Professore di Biologia e genetica presso l'Università Vita-Salute di Milano, Edoardo Boncinelli ha dato contributi fondamentali per la conoscenza dei meccanismi biologici dello sviluppo embrionale negli animali superiori e nell'uomo. Ha diretto la Scuola internazionale superiore di studi avanzati (Sissa) di Trieste e il Laboratorio di biologia molecolare dello sviluppo dell'Istituto scientifico San Raffaele di Milano. Collabora a Le Scienze e al Corriere della sera. Tra le sue pubblicazioni recenti: Il male: storia naturale e sociale della sofferenza (2007, Mondatori); Le forme della vita (2007, Einaudi); Tempo delle cose, tempo della vita, tempo dell'anima (2006, Laterza); Idee per diventare genetista (2006, Zanichelli); La magia della scienza (2006, Archinto); Verso l'immortalità? (2005, Raffaello Cortina); Il posto della scienza: realtà, miti, fantasmi (2004, Mondatori)

Intervista sulla scrittura - Valerio Magrelli incontra gli studenti

Martedì 22 Aprile 2008 - ore 10
Auditorium Paradisi

Intervista sulla scrittura - Valerio Magrelli incontra gli studenti

Dialoga con il poeta e gli studenti Massimiliano Panarari

Intervista sulla scrittura - Valerio Magrelli racconta perché si fa poesia

Lunedì 21 Aprile 2008 alle ore 21
presso la Biblioteca Auris di Vignola MO

"Intervista sulla scrittura"
Valerio Magrelli racconta perché si fa poesia

Dialoga con il poeta Massimiliano Panarari

Valerio Magrelli è nato a Roma nel 1957. Laureato in Filosofia all'Università di Roma, insegna Lingua e Letteratura Francese all'Università di Pisa. Dopo aver diretto per alcuni anni la Collana di poesia Guanda, dirige attualmente per le edizioni Einaudi, la serie trilingue della Collana "Scrittori tradotti da scrittori". Collabora alle pagine culturali de Il Messaggero, de L'Unità e di Diario. È autore di note traduzioni di Mallarmé, Valery, Jarry, Char e Ponge. Già la sua prima raccolta di versi Ora serrata retinae, rivela una delle voci più originali e raffinate della poesia italiana contemporanea. Con Nature e venature ha vinto il Premio Viareggio 1987.