Archivio Eventi

Archivio Storico degli eventi organizzati dalla Libreria dei Contrari...

Progetto ACE 2016 - "Come leggere una diagnosi"

sponsor evento

Incontro per Genitori, Insegnanti, Educatori
"Come leggere una diagnosi"
A cura di Alessia Rapino, Psicologa e Gabriella Saladini, Logopedista.

Nell’incontro verranno forniti gli strumenti di base per comprendere una diagnosi

Alessia Rapino, Psicologa psicoterapeuta con orientamento sistemico- Relazionale. Perfezionata sui disturbi dell'apprendimento, ha maturato pluriennale esperienza nella valutazione neuropsicologica, maturata anche attraverso ripetuti incarichi libero-professionali presso il servizio NPIA di Modena.

Gabriella Saladini, logopedista con master in rieducazione logopedica della sordità infantile, scuola di alta formazione sui disturbi della matematica e del problem solving, formatrice per logopedisti ed insegnanti della materna, della primaria e della secondaria sui problemi di linguaggio e disturbi di apprendimento dei monolingui e dei bilingui, docente universitaria corso di laurea Logopedia UNIMORE.

Ingresso Libero

Convegno: "prevenzione patologie orali e corretta alimentazione"

  • Giovedì 21 aprile ore 20:30
    Sala dei Grassoni - Rocca di Vignola - Vignola MO
evento odontoiatria

Progetto ACE 2016 - "Strumenti compensativi, tecnologie compensative, competenze compensative"

sponsor evento

Incontro per Genitori, Insegnanti, Educatori
"Strumenti compensativi, tecnologie compensative, competenze compensative"
A cura di Giulietta Bernabei Formatrice Ace e Tutor dell'apprendimento e Michela Vandelli, Esperta di strumenti informatici e Consulente Genitori.

Introduce Adele Baldi

"Non è passato un secolo dai miei tempi, ma molti secoli. La tecnologia di oggi era impensabile cinquanta-sessant'anni fa. Ma la tecnica da sola non basta, serve una visione più ampia” ( Rita Levi Montalcini )

Un incontro a due voci per ragionare insieme sulle diverse opportunità offerte dagli strumenti compensativi, a bassa ed alta tecnologia, e sulla necessità di individuare la strada per percepirsi competenti pur nella fatica e difficoltà date dall’avere un disturbo specifico dell’apprendimento L’elenco dei possibili strumenti compensativi è ampio, e sono necessarie adeguate osservazioni e riflessioni per individuare quelli opportuni per ognuno, soprattutto in considerazione del fatto che obiettivo dell'età evolutiva sono i progressi.
La tecnologia oggi ha un ruolo importante nelle vite di tutti noi, anche nelle vite dei nostri ragazzi ed anche a scuola, ma nessuno strumento compensativo ne tecnologico deve sostituire la risorsa più importante che abbiamo : il nostro cervello! Una visione equilibrata su come usare uno strumento tecnologico come appoggio scolastico nei ragazzi con DSA e difficoltà scolastiche, senza sostituirsi alle abilità di base e solo quando è utile .Come sceglierlo tra quelli gratuiti, come utilizzarlo e cosa fare invece con i bambini più piccoli: Perchè “compensare” è anche potenziare abilità.

Giulietta Bernabei, Formatrice con perfezionamento Tutor dell’apprendimento, Scuola di alta formazione sui disturbi della lettoscrittura, della matematica e del problem solving, Applicatrice del Metodo Feuerstein. Realizza interventi personalizzati di metodo di studio, abilitazione e potenziamento per studenti anche con DSA e Bisogni Educativi Speciali. Teacher in Philosophy For Children, socia fondatrice di ACE - Associazione Comunità Educante, per la quale organizza incontri di approfondimento su tematiche psico-pedagogiche

Michela Vandelli, Esperta di strumenti informatici per DSA, Consulente Genitori

Ingresso Libero

Progetto ACE 2016 - "Disgrafia e difficoltà di scrittura: aspetti valutativi e didattici."

sponsor evento
  • Mercoledì 23 marzo ore 20:30
    Sala consiliare del Comune di Castelvetro (MO) - Piazza Roma, 5

Incontro per Genitori, Insegnanti, Educatori
"Disgrafia e difficoltà di scrittura: aspetti
valutativi e didattici"

A cura di Antonella Zauli Sajani, Pedagogista, Grafologa Professionista ai sensi della Legge 4/13, Rieducatrice della scrittura e dei DSA.

Introduce Giulietta Bernabei

"La scrittura è il punto d'arrivo o di integrazione di ogni apprendimento ed è quindi un eccellente punto di osservazione dell'alunno"
(Regine Zekri-Hurstel)

E' ancora importante oggi la scrittura come forma espressiva di comunicazione e di apprendimento? Quale legame tra specificità evolutive della scrittura e caratteristiche neuropsicologiche individuali? Quale prevenzione attraverso la didattica? Da che cosa derivano le difficoltà di scrittura? Difficoltà, e poi? L'osservazione delle caratteristiche individuali nell' evoluzione della scrittura e la conoscenza della specificità delle funzioni neuropsicologiche di ogni bambino e ragazzo sono un importante strumento di conoscenza dei punti di forza e delle criticità del bambino e base per un percorso di rieducazione della scrittura fondato su un approccio pedagogico capace di potenziare e valorizzare le caratteristiche individuali.

Antonella Zauli Sajani, è Professoressa di Didattica speciale per la scuola dell’infanzia al Master sui DSA all’Università di Firenze, Dottoressa in Consulenza e Tecnica Grafologica Università di Urbino e Perito del Tribunale di Modena, Pedagogista Specialista in Rieducazione della Scrittura ed in strumenti PAS per la modificabilità cognitiva del metodo Feuerstein e Referente Regionale ANGRIS.
Link utili: Associazione Nazionale Grafologi Rieducatori della Scrittura

Con la collaborazione e il contributo
del Comune di Castelvetro di Modena

Ingresso Libero

sponsor evento

Progetto ACE 2016 - "Missione compiti: metodi e strategie di studio per aiutare i figli nei compiti a casa."

sponsor evento

Incontro per Genitori, Insegnanti, Educatori
"Missione compiti: metodi e strategie di studio per aiutare i figli nei compiti a casa e promuovere l'autonomia"
A cura di Giulietta Bernabei.

Introduce Adele Baldi

I compiti e lo studio pomeridiano sono importanti: rappresentano un’opportunità per elaborare quanto appreso a scuola, servono ad accrescere l’autodisciplina, imparare a ritardare la gratificazione (del giocare, dell’uscire…), sostengono l'organizzazione, la pianificazione personale e la costanza per portare a termine il proprio lavoro. Ma se state leggendo queste righe con molta probabilità per voi i compiti e lo studio sono fonte di stress e conflitti, settimanali e del week end. Che fare allora? Per non lasciare al caso questo momento così importante, riflettiamo insieme su regole e strategie significative per uno studio efficace e dignitoso.

Giulietta Bernabei, Formatrice con perfezionamento Tutor dell’apprendimento, Scuola di alta formazione sui disturbi della letto-scrittura, della matematica e del problem solving, Applicatrice del Metodo Feuerstein. Realizza interventi personalizzati di metodo di studio, abilitazione e potenziamento per studenti anche con DSA e Bisogni Educativi Speciali. Teacher in Philosophy For Children, socia fondatrice di ACE - Associazione Comunità Educante, per la quale organizza incontri di approfondimento su tematiche psico-pedagogiche.

Ingresso Libero